Verde di Prato ph Rachele Salvioli 3

Lottozero: apre a maggio, a Prato, il primo fab lab del tessile

“Dopo la scomparsa di nostra madre, tre anni fa, ci siamo trovate ad ereditare un ex magazzino alimentare di 400mq, chiuso e in disuso da 40 anni”. Inizia così il racconto, denso e affascinante, di Tessa e Arianna Moroder, le due sorelle fondatrici a Prato di Lottozero, il primo fab lab in Italia dedicato al textile design che inaugurerà a maggio. Il capannone apparteneva al loro nonno, e conservava ancora molti dettagli della sua originaria funzione, come la vecchia cella frigorifera: un bell’esempio di archeologia industriale, che molti avrebbero liquidato frettolosamente vendendolo o dandolo in affitto. Tessa e Arianna, invece, lanciano un’idea: ancorandosi alla tradizione del tessile pratese – in grave crisi per colpa di una concorrenza a basso costo insostenibile per chi ricerca la qualità – decidono di investire nella struttura, ristrutturandola e convertendola in laboratorio tessile.

Tessa e Arianna Moroder

Arianna e Tessa Moroder ph Sonja Steger

Ma per lanciare un progetto del genere ci vuole competenza e studio: Arianna del resto si è formata a Berlino come designer del tessile e Tessa si occupa di gestione aziendale. Dopo due anni di ricerche sulle realtà tessili in Nord Europa e in particolare in Germania, il piano è pronto. “Il distretto tessile di Prato – racconta Tessa – ha vissuto un momento di difficoltà: adeguarsi ai livelli della concorrenza a basso costo (cinese ndr) non è possibile, meglio puntare sulla qualità e sull’unicità”. E se il restauro dell’immobile è stato un investimento privato delle due sorelle, per le attrezzature si punta sul crowdfunding con Kickstarter a questo indirizzo. L’obiettivo è raccogliere 10.000€ che serviranno all’acquisto di un telaio a mano, strumenti per la serigrafia su tessuto, laser cutter, macchina per maglieria, macchine per cucire, vaporizzatore per fissaggio dei colori.

_DUB1580

L’ex magazzino alimentare trasformato in Lottozero ph Duccio Burberi

A pieno regime Lottozero ospiterà designer del tessile in residenza, anche in partnership con scuole e istituzioni, che porteranno avanti un progetto/collezione, con tanto di spazio espositivo, e sarà anche uno luogo di co-working, pensato soprattutto per chi lavora nel settore ed è interessato all’utilizzo degli strumenti.

Per il crowdfunding sono stati coinvolti alcuni designer, che hanno firmato una collezione di foulard strepitosa, piccolo assaggio di ciò che sarà Lottozero, eccoli in breve, con i tessuti messi in gioco per la raccolta fondi.

AnnaDeflorian x Lottozero ph Rachele Salvioli 2

AnnaDeflorian x Lottozero ph Rachele Salvioli 2

Anna Deflorian è nata a Trento nel 1985, ha studiato illustrazione a Bologna e Amburgo. Ha pubblicato il suo primo libro “Roghi” con Canicola (con cui collabora) ed è in uscita il secondo per l’editore di San Francisco Youth in Decline. Ha lavorato come illustratrice per più clienti internazionali quali in New York Times. La sua produzione artistica è costituita da fumetti, disegni a matita, illustrazioni editoriali, dipinti a olio e ceramiche. Vive e lavora a Trento. http://www.annadeflorian.com/

Lucky ph Rachele Salvioli 4

Lucky di Arianna Moroder ph Rachele Salvioli

Arianna Moroder è nata a Bolzano nel 1985 e cresciuta tra le Dolomiti e l’Appennino toscano. Studia a Milano, Amsterdam e Berlino per poi tornare in Italia come disegnatrice tessile e parte del team di ricerca e innovazione nell’azienda comasca Mantero Seta. Il lavoro personale svolto in parallelo è invece di natura artistica ed è stato esposto in varie occasioni in musei e gallerie. http://ariannamoroder.com/

Coralie Prevert Rosso ph Rachele Salvioli

Coralie Prevert Rosso ph Rachele Salvioli

Coralie Prévert è nata in Francia nel 1982. Ha studiato l’Italiano a Parigi per diventare traduttrice. Si è trasferita in Italia nel 2003 e ha cambiato idea e percorso. Studia design tessile a Milano, poi lavora a Como, a Milano, e poi a Firenze. Dal 2014, firma una sua collezione di foulard, dalle stampe ispirate ai suoi viaggi e alle arti decorative di ogni genere. Oggi vive e lavora a Parigi. http://www.coralieprevert.com/

A questo gruppo si aggiungeranno la settimana prossima anche:

Nadia Grechuna, è nata in Unione Sovietica nel 1986. Una ricca esperienza in diversi settori della progettazione e partecipazione in vari progetti d’arte le danno la possibilità di venire in Italia. Lavora in una storica azienda tessile e costruisce un dialogo con il mondo attraverso le sue opere. Continua a sognare, colorare e nutrire l’immaginazione al crocevia tra oriente e occidente

Studio Mut è uno studio grafico di fama internazionale, con sede a Bolzano.Fondato da Thomas Kronbichler e Martin Kerschbaumer, che sono specializzati in corporate identity, stampa editoriale e web design per clienti nel mondo dell’arte, della cultura e del commercio. La rivista Communication Arts ha chiamato il loro design «ribelle», AIGA Magazine li ha soprannominati i «re del poster». http://www.studiomut.com/

Roberta del Vaglio

robertadelvaglio@dailyapple.it