Alain Gilles, designer of the year 2012

bonaldo_big_table_1_orange_red_kaki_violet_a4

Big Table di Bonaldo by Alain Gilles, Designer of the year 2012 nell’ambito della biennale Interieur,

Prendere in mano le redini del destino e cambiarlo, sperimentare un’inversione di marcia decisa e radicale, avere il coraggio di sbagliare e la determinazione di riuscire. Anche questo è sostenibilità, non proiettata all’ambiente esterno ma alla propria vita, per renderla più vivibile, per realizzare un sogno e abbandonare le forzature che la società impone.

Alain Gilles, 43 anni, belga, vincitore del premio Designer of the year 2012 nell’ambito della biennale Interieur, ha fatto questa scelta. Dopo gli studi di scienze politiche e marketing e una carriera avviata nel mondo della finanza nella banca d’affari JP Morgan, decide per la svolta: si iscrive ad una scuola francese di design industriale, e ancora prima di laurearsi diventa prima assistente di Xavier Lust e poi progettista per Quinze&Milan. Nel 2007, l’apertura del suo studio, tra le collaborazioni portate avanti fino ad oggi, anche quelle con Casamania, Bonaldo, Buzzispace, Galerie

Gasserez, Qui est Paul. Una nuova vita professionale, una scommessa vinta a giudicare dai risultati ottenuti in breve tempo, mantenendo vivo il fuoco creativo che, racconta, ardeva dentro di lui da sempre. Ironiche, essenziali, ricche di dettagli ma non di inutili fronzoli, le sue creazioni non cadono mai nel virtuosismo, piuttosto si fanno notare per l’attenzione all’ambiente e alla sua vivibilità.

Roberta del Vaglio

robertadelvaglio@dailyapple.it