Mai più senza lunchbox

21 febbraio 2014

1.-pink-lid-sm_big_1_1 red-lid-sm_big_2 te122_the_great_indian_tiffin_box_pp2

La lunchbox è un accessorio tipico dell’India ed è il protagonista principale della nuova collezione di Tiffinware marchio creato da Risham Chawla, designer indiana, che non se la tira, e trasmette un’energia vulcanica e contagiosa. Un po’ retrò, molto colorati, utili per tenere tutto in ordine, per servire un aperitivo, o un picnic, ma anche da sfoggiare nella credenza. Infatti in Occidente non li usiamo per portarci dietro il pranzo, eppure sono talmente belli che non se ne può più farne a meno.

Risham (60 anni) è cresciuta viaggiando tra l’Africa, l’Inghilterra e l’India, suo padre, botanico affermato, lavorava nei più incantevoli giardini del mondo ed è in questo contesto che lei ha scoperto e nutrito la sua vena creativa. Adesso fa base a Delhi, ma spesso vola verso Londra dove vivono sua madre e le sue due figlie. “Adoro il fatto a mano – dice – e sostengo gli artigiani più che posso, in questo periodo, è un settore che soffre”.
La sua linea di accessori smaltati ha fatto impazzire gli stylist inglesi ed è il frutto di una lunga ricerca sull’applicazione dello smalto sull’acciaio. Il colore è motivo ricorrente nelle sue creazioni ho sempre amato il “bush” (è così che chiamiamo la giungla in Africa), i giardini, la natura e soprattutto le piante dalle foglie colorate, ancora più che i fiori. I giardini tropicali di India e Africa mi affascinano, i colori sono incredibili, anche quelli del terreno, non mi stanco mai di guardarli. È qui che trovo l’ispirazione ed è per questo che amo anche le forme organiche, tondeggianti! Risham è un fiume in piena quando racconta i prossimi progetti: amplierò la linea di smaltati, sto sperimentano la stampa e forse ne nascerà una nuova collezione e ho anche creato dei gioielli in resina abbinata a passamanerie tradizionali.
Appassionata dell’Italia e buona conoscitrice della Toscana, Risham è stata spesso a Roma, al seguito del papà, invitato a intervenire in conferenze sulla botanica sarei felicissima di portare la mia collezione nel vostro paese – confessa – anche perché sarebbe una scusa per tornare più spesso!

Roberta del Vaglio

robertadelvaglio@dailyapple.it