Optima Italia: se l’azienda premia l’arte, il business vola più alto

Per cominciare, ripassiamo un po’ di greco antico. Già, perché la radice dell’estetica si nasconde proprio lì: αἴσθησις (aisthesis) significa sensazione. Ed è utile ricordarlo più che mai oggi, che le sensazioni sono sempre meno corporee e sempre più mentali, mediate da uno schermo, che per quanto touch possa essere, ha poco a che fare con il tatto. L’Estetica quindi è il motore di una reazione fisica, che si propaga a fior di pelle solleticando i neuroni. E più siamo immersi in questo fluido, più le nostre sinapsi si fanno vivaci.

La "galleria" di Optima Italia

La parola al manager
Coltivare l’estetica rende più brillanti, più creativi, più vivi. Pura poesia? A quanto pare no, se anche Danilo Caruso, fondatore e presidente di Optima Italia S.p.A. – multiutility napoletana nel mercato di telecomunicazioni ed energia – afferma che “nel business l’estetica è fondamentale”. Lo dice uno a capo di un’azienda che produce un fatturato da oltre 100 milioni, con un organico (in crescita) di 400 persone e un pacchetto di 100 mila clienti business. “L’estetica – prosegue – è il motore delle idee, è ciò che ti consente di volare più alto con i tuoi obiettivi. Un modello in questo senso è Apple, che utilizza la bellezza per veicolare la propria identità”. Parole di un imprenditore illuminato, quasi controcorrente in un paese in cui “bello” viene identificato spesso con “vacuo” e dunque superfluo. “Il nostro modello economico è legato al feudalesimo”, commenta provocatoriamente. E non ha torto: perseguire l’estetica porta con sé un continuo cambiamento, un’evoluzione che in un’Italia troppo affezionata al suo passato, viene ancora vista con sospetto.

L'opera vncitrice di Lamberto TeotinoIl focus sull’arte
Ma evidentemente un approccio estetico al business ripaga: la sede stessa dell’azienda è un tributo alla bellezza e un invito a fondersi con essa e con tutte le sue manifestazioni più elevate. Design e arte prima di tutto. Con un ampio corridoio denominato “galleria” che oggi ospita le opere dei finalisti di SmArtUp, premio di arte contemporanea per artisti under 40 sostenuto dall’azienda. Il vincitore, annunciato lo scorso sabato, è Lamberto Teotino ma sono tanti i talenti interessanti emersi, a cominciare da Salvatore Spiezia, che con 8.202 Like su Facebook, ha vinto il premio visibilità e Chiara G, che ha meritato una menzione speciale.

 Le prospettive: essere ambiziosi è indice di coraggio e non di presunzione
Sulla scia del consolidato successo di clientela aziendale, Optima decide di entrare nelle case dei privati proponendo il pacchetto Optima vita mia: elettricità, gas, telefono e internet in un’unica soluzione personalizzata e un’unica bolletta. L’offerta viene tagliata su misura, in base alle abitudini della famiglia o del single, raccolte attraverso un questionario/application. Si risparmia denaro (che viene accreditato in un conto ad hoc) e soprattutto si risparmia tempo, da dedicare alla bellezza delle cose, di noi stessi, degli altri e della vita.

Lamberto Teotino, tra Alessio Matrone (AD Optima) e Danilo Caruso (Presidente)
Nelle immagini: il corridoio-galleria nella sede di Optima Italia; l’opera vincitrice; il vincitore Lamberto Teotino tra Alessio Matrone (CEO) e Danilo Caruso (presidente) .

Roberta del Vaglio

robertadelvaglio@dailyapple.it