Sepolta sotto una pila di tessuti anni ’60

1 novembre 2013

chloe

Stampe e tessuti anni ’60 rivisitati in chiave contemporanea. Le creazioni della londinese doc Chloe Owens conquistano il gusto e il cuore, perché evocano ricordi, senza essere retrò. E a chi si cimenta con ago e filo piacerà senz’altro il suo primo libro All sewn up in cui insegna 35 preziosi trucchi per creare piccoli, deliziosi oggetti per la casa. In attesa del secondo, in uscita nel 2014.

all-sewn-up-hardback-1344331685

Raccontaci la tua storia
Ho 29 anni e sono nata a Londra (Kentish Town). Ho studiato textiles alle scuole superiori, ma senza grande interesse, finchè non ho trovato un corso chiamato Art textiles, e me ne sono innamorata. Qui ho imparato ad usare la macchina per cucire impiegando un piedino per ricamo a mano libera. Da quel momento non ho più smesso e sono andata avanti negli studi di pratica del tessuto contemporaneo.

Come è nata l’idea del libro All sewn up?
Il mio editore mi ha notata su una rivista e mi ha chiesto se volessi lavorare ad un libro, cosa che mi eccitava molto. È stata una meravigliosa avventura, ogni istante è stato magico, anche se è stato un duro lavoro! Il libro si chiama All sewn up, un modo inglese di dire “completare con successo”. Adesso sto lavorando sul secondo, dal titolo “Chloe tells you how” in uscita nella prossima primavera. Lavorano con me degli straordinari illustratori ed è molto diverso dai classici libri di creatività.

timthumb.php

Dove trai ispirazione e materiali per le tue collezioni?
Mi ispiro molto agli anni ’60: colori e motivi sono ciò che manda avanti la mia vita professionale. Il mio appartamento è pieno di arredi e oggetti vintage – non c’è quasi niente di nuovo. Persino la carta da parato e la federa del cuscino sul mio letto sono degli anni ‘60-’70. Ho una dipendenza per l’acquisto di tessuti e il mio studio è pieno fino al soffitto con pile di stoffe vintage, temo che un giorno potrei restare sepolta lì sotto…

Chloe Owens porterà le sue creazioni alla Cockpit Arts Christmas Open Studios, dal 29 novembre all’1 dicembre.

Roberta del Vaglio

robertadelvaglio@dailyapple.it